Da oltre un secolo, la famiglia Neri vive l’Etna attraverso le sue svariate attività. Erano i primi del Novecento quando i fratelli Vincenzo e Salvatore, quest’ultimo promettente tenore, emigrarono negli Stati Uniti per cercare fortuna.

Fortuna che arrivò in brevissimo tempo grazie ai tanti sacrifici, ma soprattutto alla bella voce di Salvatore, appassionato interprete della lirica italiana nei teatri newyorkesi. Ma la sorte volle che il cantante venisse a mancare a causa di un male incurabile e Vincenzo si ritrovò affranto e solo. Decise così di ritornare nella terra natia e, con i risparmi messi da parte col fratello durante gli anni all’estero, acquistò un appezzamento di terra nel comune di Linguaglossa, alle pendici dell’Etna. Qui si unì in matrimonio con una ragazza del paese ed insieme iniziarono ad occuparsi dei propri possedimenti, dedicando la coltivazione dei terreni a vigneti e uliveti e gettandosi così nel commercio di olio d’oliva e vino.
Oggi l’azienda, ormai nota anche all’estero, viene amministrata dai nipoti Salvo e Fabio che, con il beneplacito dei genitori Santo e Nina, dal 2000 hanno ampliato l’attività di famiglia dapprima con l’apertura di Casa Arrigo, country house dedicata all’accoglienza e alla degustazione dei prodotti biologici della Neri agricola, e in seguito, nel 2012, con la realizzazione di Villa Neri Resort & SPA, esclusivo hotel dotato di 24 camere, ristorante gourmet, centro benessere ed una grande piscina ad acqua salata incorniciata da un rigoglioso giardino.